Caro PD ti scrivo…


Siamo in un momento molto delicato, sia per la situazione interna al nostro Partito che per quella creata dall’attuale Governo.
Non possiamo restare a guardare, dobbiamo fare qualcosa!
Da qui l’idea del nostro vicesegretario di inviare una lettera, riportata qui di seguito, direttamente alla Sede Nazionale del Partito Democratico di Roma…

Olevano di Lomellina, lì 1/2/2019

Carissimi colleghi romani,

mi permetto di iniziare questa lettera in tono così confidenziale poiché credo rispecchi pienamente gli ideali con cui nel 2007 sono state gettate le basi per la fondazione di questo partito.
Vi scrivo da Olevano di Lomellina, un piccolo comune della Provincia di Pavia che, nonostante i suoi 720 abitanti, conta nel suo circolo PD più d’una ventina di tesserati.
Inutile dirvi che sono molto preoccupato, sia per quello che sta accadendo alla nostra amata Italia che, ahimè, per la grande trasformazione che sta subendo il nostro partito negli ultimi tempi.
Il 3 marzo ci saranno le primarie aperte per l’elezione del nuovo segretario nazionale ma già in queste settimane le attività nei circoli sono frenetiche e anche noi abbiamo indicato le nostre preferenze.
Da vicesegretario ho inoltre avuto modo di partecipare alla convenzione provinciale.
Quello che mi ha fatto riflettere durante le assemblee è che questa occasione, rispetto alle precedenti, sta trasformando il dibattito sempre più in una lotta interna, priva di senso e, soprattutto, fortemente destabilizzante.
E il problema è che funziona…
Molte volte, leggendo i commenti dei cosiddetti “leoni da tastiera”, rabbrividisco e, soprattutto quando noto che si stanno registrando sempre più episodi discriminatori, mi rendo conto che c’è qualcosa che sta andando nel verso sbagliato.
Come risolvere questa situazione?
Il meccanismo ormai è avviato ed è impensabile interromperlo da un giorno all’altro.
Abbiamo fatto molto nelle legislature a guida PD ed è giusto che i nostri successi siano fatti comprendere appieno a chi, forse in preda al momento, dimentica la situazione che abbiamo preso in mano e portato ad un livello nettamente superiore.
Credo perciò che il nuovo segretario, chiunque sarà, dovrà iniziare un percorso di riqualificazione del partito, a partire dal basso.
Questa può sembrare una delle solite frasi fatte che si dicono in queste occasioni ma, credetemi, noi piccoli circoli sentiamo davvero molto la mancanza sui territori della classe dirigente.
Quello che ci manca è una scuola di politica organizzata in modo da formare militanti preparati a contrastare la dilagante ignoranza in materia.
Da 21enne noto che molti giovani stanno perdendo interesse, lasciandosi convincere da chi porge loro la caramella più dolce ma non curandosi della carie che questa può portare in un prossimo anche se non immediato futuro.
Solo coinvolgendo con attività, forum tematici e iniziative rivolte ad una fetta più ampia possibile di persone possiamo evitare di perdere, come è stato fatto da un po’ di tempo a questa parte, il contatto con i nostri sostenitori.
L’astensionismo è pericoloso sinonimo di fallimento, di disinteresse nella cosa pubblica e perdita di valori. Stiamo notando che i delusi sono un pasto assai prelibato, specie per chi promette quello che la gente vuole che gli sia promesso.
Va fatto un plauso a chi è riuscito a creare, seppur con mezzi tutt’altro che leali, una macchina a dir poco perfetta che, nonostante palesemente le riforme si ripercuotono in maniera negativa sugli italiani, riesce a mantenere quel senso di sicurezza che contribuisce a far percepire che tutto stia andando per il meglio, che i nostri ministri abbiano la situazione ben salda tra le mani.
Così il Partito Democratico si ritrova nella condizione di Cassandra, costretto a prevedere il vero senza però essere creduto.
Dobbiamo ripartire da posizioni chiare su temi chiave, senza divisioni!
La compattezza è sinonimo di idee solide, ponderate e programmate. Riusciremo così a rialzare la testa e tornare faticosamente vetta nei sondaggi per costruire, con il coinvolgimento dei cittadini, un nuovo futuro per il nostro Paese.
Io ci credo ancora e so perfettamente di non essere il solo. Spero che si superino in tempi rapidi questi attriti e chi possa riacquistare in maniera leale e con proposte brillanti la fiducia degli elettori delusi.
Un’ultima osservazione, specie dopo le ultime dichiarazioni da parte di esponenti di Liberi e Uguali, in merito ad un eventuale ritorno di fiamma:  NO!
Una seconda possibilità è concessa a chi si è reso conto di aver fatto errori e dichiarazioni non consone in passato, preso da un momento di rabbia, ma che con umiltà è pronto a ripartire da ultima ruota del carro.
In questo caso invece ci troviamo di fronte ad un gruppo che, quando ha visto bocciate democraticamente le proprie idee, ha voluto staccarsi sperando di essere seguito a ruota da numerosi elettori e dopo essersi reso conto di aver fatto un buco nell’acqua, ora vuole rientrare dalla porta secondaria per risalirci direttamente sul quel carro.
Questa cosa, secondo me, è nettamente in contrasto con l’indispensabile processo di rinnovamento.
Non vi rubo altro tempo e vi ringrazio per averne speso un po’ del vostro per leggere queste mie lamentose righe. Ho scelto di scrivervi perché ritengo questo un primo passo per riallacciare i rapporti con le piccole realtà come la mia.
Rinnovo quindi i miei saluti a tutta la Direzione Nazionale e faccio un grande in bocca al lupo a tutti i candidati per queste primarie. Grazie a tutti!

Luca Brunoldi
Vicesegretario

PS: Condividono queste parole ed inviano i loro saluti anche gli iscritti e militanti del nostro circolo, il segretario Massimo Ariatta ed il rappresentante del Partito Democratico, nonché attuale consigliere comunale di minoranza in Olevano di Lomellina, Marco Ariatta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: