Archivi tag: lombardia

Consumo di suolo: in Commissione Agricoltura bypassati in diretta

Pubblicato in 5 novembre 2014 da Agostino Alloni

L’VIII Commissione Agricoltura del Consiglio regionale si è riunita questo pomeriggio con all’ordine del giorno il parere consultivo sulla legge sul consumo di suolo. Ma il provvedimento è già stato votato e approvato lunedì pomeriggio in V Commissione Territorio e al presidente dell’VIII non è rimasto che informare i consiglieri dello stralcio del punto dal programma della seduta di oggi.

Il presidente della V Commissione Territorio Sala si è arrogato il compito di decidere di votare il progetto di legge senza sentire il parere delle altre Commissioni. Non solo è un atteggiamento per nulla rispettoso di noi consiglieri, ma costituisce un pericoloso e grave precedente, perché a questo punto chiunque della maggioranza può agire in modo simile e saltare completamente il passaggio del confronto con l’opposizione.

Il presidente Fermi ha risposto alla protesta mia e degli altri colleghi di minoranza, ma in realtà non ha spiegato nulla dell’atteggiamento assolutamente inaccettabile della maggioranza che sostiene Maroni.

Su 400 emendamenti presentati, una parte potevano essere strumentali, volti a fare ostruzionismo, ma almeno un centinaio erano assolutamente cogenti, cioè entravano nel merito della legge e della Commissione, in quanto riguardavano proprio il pesante tema del consumo di suolo agricolo. Ricordo solo che dai dati Ersaf è emerso che, a partire dagli ultimi 13 anni, ogni giorno vengono sottratti, in Lombardia 112mila metri quadri di terreno. E che durante le audizioni i primi a bollare come disastroso il progetto di legge sono stati i costruttori dell’Ance. Insomma, quella che la maggioranza di centrodestra vuole votare è la pezza, che è molto, molto peggio del buco.

fonte http://www.blogdem.it

Annunci

Referendum lombardo

Il referendum sulla Regione a statuto speciale è solo propaganda politica e Maroni vuole spenderci ben 30 milioni di euro dei lombardi. È aperto un dibattito in Parlamento sulla riorganizzazione dello Stato ed è in quella sede, in modo serio, che la Lombardia deve impegnarsi per guadagnare quegli spazi di autonomia che da sempre rivendica. Ha davvero poco senso parlare di mancanza di risorse quando il governo, attuando i costi standard, come ammette lo stesso Maroni, dà alla nostra Regione ben un miliardo in più per la sanità.
Si utilizzino bene quelle risorse, tagliando davvero e da subito i ticket regionali. I trenta milioni, invece, si utilizzino da subito per porre rimedio alle tante emergenze che il maltempo di questa estate anomala ha creato in diversi territori della Lombardia.

Fonte PD Lombardia

900 mila euro in meno per cultura e spot

testata

E’ quanto si legge nel bilancio 2014 targato Maroni ad un anno da Expo 900 mila euro in meno di finanziamenti per il settore sport e cultura da parte di regione Lombardia. E’ un bollettino di guerra l’assestamento di bilancio 2014, approvato in settimana dal Consiglio regionale, per un settore chiave per la Lombardia e sul quale il Pd in diverse occasioni, sia in commissione sia in Aula con la presentazione di un ordine del giorno ad hoc, aveva chiesto di investire in previsione di Expo. L’anno prossimo sono attesi in Lombardia sei milioni di visitatori stranieri, in virtù di questo “avevamo chiesto di garantire delle risorse per le sale che non si sono adeguate ancora alle nuove tecnologie digitali, che sono già costrette a rinnovarle o che vogliono attrezzarsi, ad esempio, per una traduzione sottotitolata durante le numerose manifestazioni internazionali che si terranno in Lombardia – spiega Fabio Pizzul -. Un programma che al momento non vede bandi previsti o fondi dedicati. La maggioranza, purtroppo, si è dimostrata sorda alle nostre proposte di investimento ed anzi i finanziamenti per questo settore risultano ahimè inferiori rispetto agli anni precedenti. Non è un buon modo per prepararsi ad una manifestazione internazionale”.