Archivi tag: roma

Le dieci proposte dei Giovani democratici che forzano la mano sul Pd

16410_854885971209913_1849003986745198404_nDiritti civili, immigrazione, temi etici e droghe leggere: l’iniziativa dei Gd prova a condurre su posizioni più avanzate il partito: «Il nostro decalogo per promuovere più giustizia e libertà»

Un programma in dieci punti, dieci proposte sulle quali i Giovani democratici raccoglieranno per sei mesi le firme attraverso iniziative pubbliche da organizzare in tutta Italia. Sono quelle presentate ieri a Roma dal segretario Andrea Baldini, in un’assemblea alla quale hanno partecipato anche il capogruppo alla camera Roberto Speranza, le componenti della segreteria nazionale Valentina Paris e Alessia Rotta e alcuni giovani parlamentari.Continua a leggere

fonte Europa quotidiano

Inaugurazione Lago Berlinguer

Province, ecco come cambiano

C’erano una volta le province. Ma dal primo gennaio 2015 si chiameranno città metropolitane (Roma, Torino, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Napoli e Reggio Calabria) e, nelle more della riforma costituzionale del Titolo V, enti di area vasta.

La Camera, infatti, ha dato questa mattina il via libera definitivo al disegno di legge Delrio con 260 voti favorevoli, 158 contrari e sette astenuti, senza ricorso alla fiducia, a differenza di quanto avvenuto la settimana scorsa al Senato. Le proposte di modifica presentate dalle opposizioni sono state tutte respinte. Continua a leggere

Approfondimento

Via libera del Senato alla fiducia sul ddl che rigurda Province e città metropolitane: 160 i voti a favore, 133 quelli contrari. Il testo torna ora alla Camera per la terza lettura. Con il ddl Delrio sulle città metropolitane, le Province, unioni e fusioni di Comuni si modifica la struttura degli enti locali, in attesa della riforma del titolo V della Costituzione che modificherà nuovamente organi e funzioni.

Nascono le città metropolitane e le aree vaste, ossia fusioni di Comuni, a loro spetteranno i compiti oggi ricoperti dalle Province. Le città metropolitane sono nove: Torino, Milano Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Napoli, Bari, Reggio Calabria, alle quali si aggiunge Roma Capitale a cui è dedicato un capitolo a parte del provvedimento visto il suo status di Capitale. Continua a leggere

fonte L’Unità

Fassino: “Ma il Pd non si è mai battuto per le preferenze. Pericolose”

Piero_Fassino_PD«Siamo a un passaggio cruciale. Da anni si discute di riforme istituzionali e di nuova legge elettorale, bisogna dare esito a questo dibattito. Le condizioni ci sono e non vanno sprecate». Secondo il sindaco di Torino, Piero Fassino – da pochi mesi presidente dell`Anci – «Renzi ha avuto il merito e il coraggio di rompere gli indugi e di avanzare una proposta» che non riguarda solo il Porcellum. «Si pongono tre questioni intimamente legate – spiega Fassino – Il superamento del bicameralismo “perfetto”, la revisione del sistema dei poteri regionali, una riforma elettorale in grado di garantire stabilità, governabilità e rappresentanza. Abbiamo davanti un`occasione irripetibile, ma l`obiettivo si può raggiungere soprattutto se il Pd è coeso e determinato».
Renzi avverte che senza riforma si va a votare e Brunetta sostiene che se si fa la legge si vota. Come la mettiamo?
«Sgombriamo il campo dalle dichiarazioni strumentali della destra. Berlusconi sostiene che questa è la sua legge ? Non è vero, infatti spinse Calderoli a fare ilPorcellum. Anche quella di Brunetta è una forzatura strumentale. Fa finta di dimenticare che una volta approvata la riforma bisognerà ridisegnare le circoscrizioni con un lavoro che richiede tempo. I partiti, poi, dovranno attrezzarsi. Se si va o no ad elezioni non dipende dalla legge elettorale e dai tempi della sua approvazione..»  Continua a leggere
fonte Partito Democratico

Attacco alle sedi Pd: una vile e inaccettabile azione antidemocratica

Roma_partito democraticoGli uffici del Pd di via delle Sette Chiese a Roma che ospitano le sedi della segreteria regionale e delle federazioni di Roma e della provincia sono state messe a soqquadro, la scorsa notte, da ignoti che hanno fatto irruzione al secondo piano del palazzo che si trova nel quartiere Garbatella della Capitale. Lo rendono noto in un comunicato congiunto le segreterie del Pd del Lazio, di Roma e della provincia. “Un’azione che ha colpito – spiega la nota – tutti i locali in uso al Pd che sono stati completamente messi sotto sopra. All’apertura degli uffici questa mattina gli impiegati e i volontari del Pd hanno trovato gli uffici e le sale riunioni completamente devastate, con cassettiere distrutte e uffici danneggiati”. “L’irruzione e’ stata prontamente denunciata agli inquirenti che esattamente due mesi fa, erano dovuti intervenire per un’altra grave intrusione, avvenuta nella notte del 24 novembre. Negli uffici di via delle Sette Chiese – conclude il comunicato – sono intervenuti sia la polizia che i carabinieri che, insieme ai responsabili del Pd, stanno svolgendo i rilievi e le verifiche del caso, utili per le indagini”. Continua a leggere